NoN MoLlArE MaI ●∞

38 note

Però onestamente, quando uno ci crede quanto male fa? Perché un conto è a quindici anni quando ci credi perché non sai come fare, a non crederci. Un conto è dopo, quando crederci è una scelta. Quando hai lottato pur di non caderci di nuovo. Quando per mesi e mesi ti sei svegliato pensando “non voglio innamorarmi mai più”, consapevole del fatto che l’amore non si governa, ma un po’ si può arginare. E ci hai provato, sul serio. Hai trovato un sacco di persone sulla tua strada e le hai schivate, poi te ne è capitata una che ha fatto la differenza, perché pur schivandola la rincontravi. Ancora e ancora. E ti faceva stare tranquillo. E ti sentivi tuo agio. E ti sentivi davvero alla grande, come quando hai imparato ad andare in bicicletta. Nonostante le sbucciature è stato un gran giorno. Hai provato a dire “no guarda, non è il caso, stare insieme non fa per me”, ma certi baci non si possono mica rifiutare, eh no, le cose belle non si rifiutano mai, così hai deciso di crederci. Ci è voluto del tempo. Hai durato fatica. Potevi scappare, eri ancora all’inizio, non ti avrebbe distrutto, ma ci credevi. E onestamente, quando uno ci crede quanto male fa?
Suz (via 30settembre)

Ho iniziato a crederci

Archiviato in suz crederci vogliocrederci

0 note

Sai cos’è bello, qui? Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un’orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. È come se non fosse mai passato nessuno.È come se noi non fossimo mai esistiti. Se c’è un luogo, al mondo, in cui puoi non pensare a nulla, quel luogo è qui. Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera. È tempo. Tempo che passa. E basta…
— Alessandro Baricco dal libro “Oceano mare”

Sai cos’è bello, qui? Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un’orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. È come se non fosse mai passato nessuno.È come se noi non fossimo mai esistiti. Se c’è un luogo, al mondo, in cui puoi non pensare a nulla, quel luogo è qui. Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera. È tempo. Tempo che passa. E basta…
— Alessandro Baricco dal libro “Oceano mare”

Archiviato in alessandro baricco oceano mare vita mare spiaggia tempo citazioni citazione libro

335 note

Buonanotte a chi se la cava sempre da solo e non deve ringraziare nessuno. A chi si è stancato di cavarsela da solo, a chi è stanco delle cose complicate, di quelle che ti impediscono di continuare e ti lasciano sempre allo stesso momento, ai soliti discorsi. Buonanotte a chi prima di chiudere gli occhi sogna una vita semplice. A chi vorrebbe cambiare qualcosa e renderla meno complicata. A chi basta una semplice stretta di mano ed è tutto meno difficile. Buonanotte a chi affronta la vita a testa alta.
Antonia Gravina (via francesco-sidori)

(via volevoessereamata)

Archiviato in buonanotte