NoN MoLlArE MaI ●∞

“Volevo il movimento, non un’esistenza quieta. Volevo l’emozione, il pericolo, la possibilità di sacrificare qualcosa al mio amore. Avvertivo dentro di me una sovrabbondanza di energia che non trovava sfogo in una vita tranquilla.”
— Lev Tolstoj, La felicità familiare

  • 28 Marzo 2013
  • 50